Commercialisti: ecco gli incentivi 2021 dalla Cassa per i neoiscritti

La Cassa dei dottori commercialisti ha indetto anche per il 2021 il  bando per l’erogazione di contributi assistenziali  ai giovani commercialisti per l’avvio degli studi e l’aggregazione . Il bando, allegato sotto l'articolo, mette a disposizione 3 milioni e mezzo di euro per  contribuire 

1 – all’acquisto o leasing di beni strumentali legati all’avvio dell’attività professionale, ovvero:

  • hardware ad eccezione degli smartphone, 
  • licenze software e
  • mobili da ufficio 

 2 – alle spese di  costituzione di aggregazioni . Quest’anno, oltre agli studi associati e alle società tra professionisti (STP), sono comprese anche le reti tra professionisti (RTP) con contratto registrato.

Beneficiari e requisiti 

Possono partecipare al bando i neo-iscritti alla Cassa Dottori Commercialisti (ossia coloro che nel 2021 sono ancora in un regime di contribuzione agevolata)

Inoltre devono rispettare i seguenti livelli reddituali  , dichiarati nell’anno 2021 (produzione reddito 2020),  parametrati sul  numero di componenti del nucleo familiare:

numero componenti reddito  imponibile complessivo in euro
1 36.300,00 
2 47.150,00
3 54,400,00
4 59.750,00
5 64.250,00
6 67.350,00
7 o più 69.100,00

 Nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti uno o più figli portatori di handicap o malattie invalidanti il limite reddituale è pari a:

 – Euro 65.250,00 per nucleo familiare minimo (un componente ed il figlio di dottore commercialista portatore di handicap), maggiorato del 40% per ogni ulteriore componente e del 60% per ogni ulteriore figlio  portatore di handicap.

I neo iscritti inoltre non devono beneficiare di contributi similari erogati da altri enti/istituzioni.

Modalità di calcolo del contributo assistenziale Cassa Commercialisti 

Il contributo a favore dei singoli professionisti che abbiano acquistato strumentazione per i propri studi sarà pari al 50% delle spese documentate sostenute nell’anno 2021, al netto dell’IVA. 

Per acquisti di beni strumentali riferibili a Studi associati o STP il limite del 50% si applica al singolo richiedente in proporzione alla sua percentuale di partecipazione agli utili, come da dichiarazione dei redditi 2021. Il contributo erogato non potrà, comunque, superare il minore importo tra il 50% di quello indicato in sede di presentazione della domanda e 5mila euro, per ciascun richiedente.

 Per le aggregazioni, l’importo del contributo previsto è pari a 2mila e cinquecento euro per ciascun richiedente fino a un massimo complessivamente erogabile di 10mila euro per studio associato o STP, mentre in caso di RTP tali importi sono pari a 1.000 euro per ciascun richiedente fino a un massimo di 5mila euro per singola RTP. 

Termine per la presentazione della domanda alla Cassa Commercialisti

I Dottori Commercialisti neo-iscritti alla Cassa potranno presentare la domanda tramite il servizio online CSP che sarà disponibile sul sito a partire dal 1° dicembre 2021 fino al 15 marzo 2022.  La domanda, unica per il 2021, pena di inammissibilità può essere presentata esclusivamente utilizzando il servizio online CSP, disponibile nell’area riservata dal 1° dicembre 2021. Non saranno ammesse domande/documentazioni presentate con modalità diverse.

Allegati: