Dichiarazione IMU, esonero per l’agricoltore che ha già presentato la dichiarazione ICI

Gli imprenditori agricoli professionali (D. Lgs. n. 99/2004) ed i coltivatori diretti, iscritti nell’apposita gestione previdenziale, usufruiscono, ai fini IMU, di due agevolazioni: la riduzione della base imponibile fino al valore del terreno pari a 32.000 euro e l’applicazione del coefficiente moltiplicatore 110 in luogo del coefficiente 135 del reddito dominicale. In più, non sono considerati edificabili i terreni che, pur essendo inseriti in piani edificatori, siano posseduti e condotti dai medesimi soggetti. L’art. 13, comma 12-ter, del D.L. n. 201/2011, ha stabilito che restano valide ai fini dell’obbligo di dichiarazione IMU le dichiarazioni già presentate ai fini ICI, in quanto compatibili. Se tali soggetti avevano già comunicato in passato al Comune la loro condizione soggettiva ai fini ICI (barrando la casella 20 del modello di dichiarazione ICI e segnalando, quindi, di usufruire delle agevolazioni ad essi destinate) e tale condizione presiste anche in vigenza dell’IMU, non sono tenuti a presentare la dichiarazione IMU, in quanto il Comune è già in possesso delle informazioni necessarie per il riconoscimento delle agevolazioni previste dalla legge. A precisarlo è stato il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia con la Risoluzione n. 2/DF di venerdì 18 gennaio.

Lascia un commento