• Senza categoria

Fondo transizione ecologica alberghi: via alle domande dal 22 giugno

Con avviso pubblicato sul proprio sito internet in data 21 giugno 2022, il Turismo dà seguito al decreto interministeriale 23 febbraio 2022 (prot. 2808/2022) recante “Disposizioni applicative per l’erogazione delle risorse pari a 1 milione di euro per l’anno 2022 sul fondo istituito dall’articolo 1, comma 824, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, alle imprese del settore turistico ed alberghiero”.

L’Avviso pubblico “Pratiche sostenibili” prot. n. 7928 del 21/06/2022  ha ad oggetto la concessione di contributi a fondo perduto volti a favorire la transizione ecologica del settore turistico ed alberghiero (leggi la tabella allegata al decreto per i codici ATECO beneficiari della misura)con particolare riguardo alla sostituzione dei set di cortesia monouso con set realizzati con materiali biodegradabili e compostabili.

Fondo transizione ecologica alberghi: via alle domande dal 22 giugno

In particolare, a partire dalle ore 12:00 del 22 giugno 2022 

  • le strutture turistiche ed alberghiere,
  • esercenti attività ricettiva, a carattere imprenditoriale,
  • possono richiedere il contributo trasmettendo la documentazione debitamente compilata, 
  • tramite PEC, alla casella pratichesostenibili@pec.ministeroturismo.gov.it.

SCARICA QUI IL MODELLO PER LA DOMANDA

Per tutta l'altra documentazione visita al sezione specifica del sito del Ministero del Turismo, clicca QUI

Viene specificato che i beneficiari della misura hanno tempo fino alle ore 12:00 del 31 ottobre 2022 per presentare le domande, salvo esaurimento della dotazione finanziaria.

Fondo transizione ecologica alberghi: spese ammissibili

Sono considerate ammissibili le spese effettuate per l’acquisto di strumenti ed accessori, realizzati con materiali biodegradabili e compostabili, funzionali all’esercizio dell’attività di impresa, ivi compresi i set di cortesia

I beni indicati devono essere corredati da supporti tecnico-informativi recanti le caratteristiche e la composizione dei prodotti, ai fini della sensibilizzazione dell’utente al loro utilizzo consapevole. 

Ai fini del riconoscimento del contributo, rilevano le spese sostenute a partire dalla data di pubblicazione del presente decreto e fino alla comunicazione di esaurimento delle risorse.

Il contributo è riconosciuto per ciascun beneficiario in misura direttamente proporzionale all’importo complessivo della spesa sostenuta comunque non inferiore ad euro 5.000,00, riconoscendo, nei limiti delle disponibilità, un contributo pari ad euro 500,00 per ogni 5.000,00 euro di spesa. 

Eventuali residui sono distribuiti, in modo proporzionale, agli aventi diritto entro il limite massimo di spesa.