Imu terreni montani: il Governo non deciderà prima del 20 gennaio

La scadenza per il pagamento dell’Imu sui terreni che non sono più considerati montani è stata fissata al 26 gennaio, e il decreto che ha stabilito tale data è confluito direttamente nella Legge di Stabilità 2015. Il Governo attualmente sta lavorando ad un altro decreto per modificare i parametri di distinzione tra chi deve e chi non deve pagare l’Imu, in quanto i precedenti criteri, basati sull’altitudine del Comune su cui ricade il terreno, sono stati oggetto di pesanti polemiche e di ricorso al Tar da parte di alcune sezioni regionali dell’ANCI. Il nuovo decreto tuttavia non arriverà prima del 20 gennaio, data in cui è programmato il consiglio dei ministri, per cui anche questa volta i contribuenti avranno pochissimi giorni per capire se e quanto pagare. Per questo motivo i commercialisti, per mezzo del consigliere regionale delegato alla fiscalità Luigi Mandolesi, hanno già chiesto con urgenza la "sistemazione definitiva della disciplina". Oltre a tutto ciò si aggiunge il problema della copertura in quanto l’Imu dei terreni ex esenti dovrebbe portare 350 milioni di euro, invece anche con la nuova versione della disciplina le risorse arriverebbero a 260-270 milioni di Euro.

Lascia un commento