ISEE, sì del Garante della Privacy

Il Garante della privacy ha espresso il proprio parere favorevole sullo schema di decreto del ministero del Lavoro (di concerto con quello dell’Economia) relativo all’ISEE. Secondo il Garante, infatti, lo schema di decreto "ha integralmente recepito gli approfondimenti e le indicazioni suggeriti dall’ufficio del Garante volti a rafforzare le garanzie a tutela dei cittadini e a perfezionare il testo per renderlo conforme alla disciplina in materia di protezione dei dati personali». Il Garante, infatti, aveva chiesto che fossero più chiare ai cittadini le informazioni sull’uso dei loro dati, sui tempi di conservazione e sulle finalità per le quali possono essere trattati. Tali informazioni sono state riportate nella parte iniziale della dichiarazione sostitutiva unica (Dsu), necessaria per calcolare l’Isee. Le dichiarazioni Dsu approvate con il decreto del ministero del Lavoro, in realtà, sono due: la Dsu mini e la Dsu "ordinaria", a seconda del tipo di prestazione che il cittadino vuole richiedere o da alcune caratteristiche particolari del suo nucleo familiare.
 

Lascia un commento