Phishing a danno degli utenti con finte mail della Agenzia delle Entrate

Con Comunicato stampa di oggi 22 settembre l’Agenzia delle Entrate informa ancora una volta di tentativi di phishing a danno degli utenti tramite l’invio di e-mail false che somigliano a quelle originali e apparentemente riconducibili alle Entrate.

L’agenzia comunica di essere estranea a tali invii ed invita tutti gli utenti che dovessero riceverle a cestinarle.

In particolare, occorre immediatamente cestinare messaggi riportanti oggetto: 

  • IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
  • GLI ORGANI DELL’AGENZIA

Sono da cestinare anche quelle mail che nel testo riportino un invito a prendere visione di documenti contenuti in archivio allegato per la verifica di incoerenza emerse “dall’esame dei dati e dei saldi relativi alla divulgazione delle eliminazioni periodiche Iva”.

Questo è quanto riporta la stessa agenzia nel comunicato che si allega al presente articolo.

Le e-mail in questione non sono recapitate dalle Entrate ma sono appunto il tentativo di "pescare" dati attraverso l'installazione nel dispositivo dal quale si accede, dei malware per acquisire informazioni riservate sulla persona oggetto dell’inganno.

Si riportano come nel comunicato della Agenzia due esempi di mail false da cestinare:

L’Agenzia raccomanda ai contribuenti di verificare sempre attentamente i messaggi ricevuti e se:

  • appaiono sospetti
  • e i mittenti sono sconosciuti

NON vanno MAI aperti i relativi allegati ne seguiti i collegamenti presenti nella mail.

Tutto ciò al fine di scongiurare non solo la presa di dati riservati ma anche per evitare danni a pc, tablet e smartphone

Si ricorda inoltre che le mail ufficiali della agenzia non riportano mai dati personali che sono invece consultabili dal cassetto fiscale dello stesso contribuente.

Allegati: